Crea sito
 

Breve biografia di Vittorini

da A. M. Comanducci
Nato a Barga (Lucca) il 22 giugno 1890, vive a Milano.
Ha trascorso finora la maggior parte della sua vita a Pisa.
Fu iniziato alla pittura da Edoardo Gordigiani , il quale lo aiutò anche, ma suoi veri maestri sono gli antichi e la natura.
Artista che non cerca il facile successo seguendo mode o usando trucchi cromatici, ha dipinto e dipinge il ritratto, il quadro di composizione, ma specialmente il paesaggio della campagna toscana e ancor più il quadro di esterno pisano.
Egli ha infatti riprodotto questa città nei suoi vari aspetti, nelle varie ore del giorno, nei suoi più caratteristici siti.
Pratica anche con signorilità il bianco e nero, l’acquaforte.
Dopo aver esordito nel 1910 a Firenze con un “Ritratto di giovinetta”, ha preso parte alle più importanti mostre italiane e ad alcune straniere: alle due Secessioni, alle Biennali ed alle Quadriennali romane, nelle quali ha presentato un “Autoritratto” e “Donna dal giubbetto giallo” (1943) a molte Sindacali e Promotrici di varie città; ed ha tenuto mostre personali.
Alle Biennali Veneziane ha esposto: nel 1924, “Donne e putti”; nel 1930 un altro “Autoritratto”.
Altri suoi lavori importanti sono: “Il Duomo di Pisa”; “Stradina di Pisa”; “Tramonto sulla piazza del Duomo a Pisa”; “Il Battistero di Pisa”; “Canale dei Navicelli a Pisa”; “Tramonto a Castelvecchio Pascoli”.
Il Vittorini, estraneo ad ogni gruppo e incurante delle polemiche, ma preso tutto dai problemi concreti della pittura, vive appartato in stretto colloquio con l’arte sua, gioia e tormento della sua anima e ragione della sua stessa vita.

1932 – Il Re Vittorio Emanuele III acquista l’acquaforte “profughi”.

1941 – Il Museo d’arte moderna di Roma acquista un “autoritratto” e una “figura di donna”.

1945 – La Galleria d’arte moderna di Milano acquista “autoritratto con cappello”.

1946 – Alla mostra d’arte sacra all’Angelicum di Milano espone una “deposizione” che viene premiata.

1948 – Premiato al premio Saint Vincent.

1948 – Vince il premio Zucca.

1951 – Vince il 3° premio al Premio Roma per la figura.

1952 – Vince il premio della città di Desio.

1955 – Membro dell’Accademia Clementina.

1959 – Vince il premio nazionale Breno.

1959 – Vince il premio “Triglia d’oro” a Carrara.

1959 – Membro dell’Accademia Tiberina.

1961 – Vince il premio Torre.

1961 – Vince il premio Marinotti.

1962 – Vince il premio nazionale “Castelletto Ticino”.

1963 – Vince il premio Vasto.

1963 – Vince il premio Torre alla permanente di Milano.

1964 – Vince il premio nazionale Busseto.

1979 – Membro dell’Accademia delle arti dell’incisione.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GRONCHI RENDE OMAGGIO A VITTORINI VISITANDO UNA SUA MOSTRA.

IL 26/5/ 1974, IL COMUNE DI BARGA, NELLA PERSONA DEL SINDACO MENICHINI, LO NOMINA CITTADINO ONORARIO.

*********************

PER ULTERIORI NOTIZIE, IMMAGINI E APPROFONDIMENTI VAI ALLA CATEGORIA ” VITTORINI UMBERTO”

Leave a Reply

*