Crea sito
 

Archive for the ‘La Ferrovia’ Category


cala

$_57

 

Immaginev

Immaginea

cala

treno

polizza per l’esproprio dei terreni

immagine gentilmente concessa dal Dott.  E. Belllonzi

ELENCO DEI PROPRIETARI

DEI TERRENI ESPROPRIATI NEL COMUNE DI BARGA

VOLANTINO SATIRICO SUI RITARDI DELLE FERROVIA

Il nove Settembre 1900, la Società della Fratellanza Artigiana di Barga, venne invitata ad intervenire alla manifestazione indetta a Castelnuovo a sostegno della realizzazione della ferrovia Lucca-Aulla.

Il testo dell’intervento pronunciato al teatro Alfieri, da Salvo Salvi, sarà richiesto da Demetrio Vannugli, del periodico “La Garfagnana”, per essere pubblicato insieme a tutti gli altri proposti durante il comizio.

DISCORSO A SOSTEGNO DELLA FERROVIA

9 SETTEMBRE 1900

In rappresentanza della Società della Fratellanza Artigiana di Barga , io porto ai componenti  questa riunione e in specie alle società consorelle di Castelnuovo un saluto animato dal più vivo compiacimento di partecipare a questo solenne ritrovo per uno scopo comune fra noi, scopo di civiltà e di progresso, per affermare un nostro diritto, per invocare che siano soddisfatti i nostri desideri già da tanto tempo e in tanti modi esplicati.

La necessità della linea Lucca-Aulla riconosciuta dalla legge del 1879 è conferma dell’equità e giustizia di ciò che la popolazione della Valle del Serchio domanda.

Essa ha diritto che l’impegno preso con lei dal Governo e dal Parlamento non sia più a lungo disconosciuto.

Ha diritto che l’affidamento ad essa dato non sia più a lungo deluso.

Ha diritto che una legge sancita dalla Stato non resti lettera morta e con ragione reclama che questa linea sia continuata e portata ad un punto che la renda veramente utile e proficua.

La voce che oggi parte dalla forte Garfagnana, dal cuore della Valle del Serchio, dal centro più cospicuo di essa, che esce unanime e solenne dal cuore di un popolo fedele alle istituzioni, ma cosciente dei propri diritti sia monito ed esortazione ad un tempo perché Governo e Parlamento, abbandonando le sterili lotte, assurgano all’intuizione dei veri interessi del paese, vogliano con doverosa concordia dedicare l’opera loro alla risoluzione del problema ferroviario che è condizione prima indispensabile a quello sviluppo, a quel miglioramento economico a quella giustizia amministrativa che la pubblica coscienza indica come provvedimento essenziale ai mali che nell’ora presente travagliano la società.

In nome delle società liberali Barghigiane mi associo quindi ai voti di cui questa riunione è espressione augurandomi che essi trovino eco presso il Parlamento e presso il Governo che ha fatto suo programma dello svolgimento economico del paese.

IL TRENO PRESIDENZIALE INAUGURA LA LINEA COMPLETATA

treno